Area Riservata





per_associarsi


twitter_tasto_seguiAAC

Home

23/11/17 - Presentato emendamento del Governo al disegno di legge di bilancio 2018 al Senato. Introdotte norme innovative sulla radiofonia

News Aeranti-Corallo

 

Marco-Rossignoli17Il Governo ha presentato un emendamento all'art. 89 (riguardante l'uso efficiente dello spettro e la transizione alla tecnologia 5G) del ddl di bilancio 2018 - attualmente in discussione in Commissione 5a al Senato.
Tale emendamento introduce, tra l'altro, alcune norme sulla radiofonia. In particolare, si prevede che la banda Vhf III venga utilizzata anche per "massimizzare il numero di blocchi coordinati destinabili in ciascuna regione alla radiofonia digitale". L'emendamento prevede, inoltre, che al fine di favorire l'innovazione tecnologica, gli apparecchi atti alla ricezione della radiodiffusione sonora venduti ai consumatori integrino, a partire dal 1° gennaio 2020, almeno una interfaccia che consenta all'utente di ricevere i servizi della radio digitale. La stessa norma prevede, inoltre, che gli apparecchi atti alla ricezione della radiodiffusione sonora venduti dalle aziende produttrici ai distributori di apparecchiature eletroniche al dettaglio sul territorio nazionale integrino la sopracitata interfaccia per la ricezione radiofonica digitale a partire dal 1° giugno 2019.
E' ora importante che per l'avvio del digitale radiofonico  vengano garantite parità di condizioni all'emittenza locale e a quella nazionale.

(Nella foto: Marco Rossignoli)

 

 

23/11/17 - E' in corso la procedura per la presentazione delle domande per i contributi pubblici tv e radio 2016 attraverso la piattaforma online SICEM del Ministero dello Sviluppo economico

News Aeranti-Corallo

Rossignoli17Ha preso il via lo scorso mercoledì 22 novembre e si chiuderà giovedì 21 dicembre la finestra per accedere alla procedura telematica messa a punto dal Ministero dello Sviluppo economico e denominata "Sicem" (Sistema Contributi Emittenti) per presentare le domande per i contributi di cui al DPR n. 146/2017 relativi all'anno 2016.
Il portale del Ministero, attivo all'indirizzo sicem.mise.gov.it, prevede una preventiva registrazione che consente ai soggetti che presentano le domande di ottenere le credenziali di accesso (nome utente e password) all’area riservata, dove è possibile: compilare la domanda di richiesta del contributo; seguire lo stato della domanda; scambiare messaggi con l’Amministrazione; visualizzare eventuali altre domande inserite. Si rammenta che la presentazione delle domande online è obbligatoria.
La presentazione delle domande prevede la compilazione di diverse schermate, sia per quanto riguarda l'ambito televisivo, sia per quanto riguarda l'ambito radiofonico.
E' possibile, in tutti i casi, predisporre  le domande in bozza, salvarle e proseguirne la redazione in un secondo momento.
Nella fase conclusiva, occorre effettuare l'upload dei documenti richiesti e firmare digitalmente la domanda (la firma digitale deve essere quella del legale rappresentante dell'emittente).

(Nella foto: Marco Rossignoli)

 

21/11/17 - Da mercoledì 22 novembre, al via le domande online per i contributi a tv e radio locali per l'anno 2016

News Aeranti-Corallo

 

Rossignoli-MarcoDa mercoledì 22 novembre, sarà possibile accedere alla procedura telematica per la presentazione delle domande per i contributi 2016 a tv e radio locali. Mediante l'accesso alla piattaforma online del Ministero dello Sviluppo economico (www.sicem.mise.gov.it/, operativa a partire da domani, 22 novembre 2017) sarà possibile inserire i dati relativi ai soggetti richiedenti i contributi. Le domande dovranno essere firmate digitalmente dal legale rappresentante.
Le modalità di presentazione delle suddette domande sono fissate dal Decreto ministeriale 20 ottobre 2017 (pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 263 del 10 novembre u.s.) e disponibile a questo link.

Il calendario per la presentazione delle domande, sia tv, sia radio, prevede i seguenti termini:

ANNO 2016 (tv e radio) domande dal 22 novembre 2017 al 21 dicembre 2017
ANNO 2017 (tv e radio) domande dal 2 gennaio 2018 al 31 gennaio 2018
ANNO 2018 e seguenti (tv e radio) domande entro il 28 febbraio dell'anno relativo

(Nella foto: Marco Rossignoli)

 

 

17/11/17 - Disponibile per la consultazione la nuova edizione del Teleradiofax - periodico di Aeranti-Corallo - n. 22/2017 del 17 novembre

News Aeranti-Corallo

TELERADIO

Disponibile il numero 22/2017 del TeleRadioFax, periodico di Aeranti-Corallo.

In questo numero:


• In Gazzetta Ufficiale il DM sulle modalità di presentazione delle domande per i contributi tv e radio. Domande 2016 dal 22 novembre al 21 dicembre p.v.
• Per i tv di nuova generazione c'è tempo sino al 2022
• Pubblicati i dati di ascolto semestrali dell'indagine radio TER. Bene le emittenti locali
• Entra nel vivo, al Senato, la discussione del disegno di legge di bilancio 2018
• A settembre crescono gli investimenti pubblicitari su radio e tv
• Aeranti-Corallo in audizione all'Agcom sulla consultazione pubblica per l'individuazione del mercato rilevante nel settore della radiofonia
• L'Agcom istituisce il tavolo tecnico per contrastare la disinformazione online
 


QUI PER LEGGERE LA NUOVA EDIZIONE DEL TELERADIOFAX

 

 

17/11/17 - Per i tv di nuova generazione c'è tempo sino al 2022

News Aeranti-Corallo

Il percorso relativo al passaggio delle frequenze della banda 700 (canali da 49 a 60 Uhf) dagli operatori tv agli operatori di larga banda in mobilità, come delineato dal disegno di legge di Bilancio 2018, prevede che a partire dal 2020 e sino al 2022 per la diffusione dei programmi degli Fsma venga utilizzata la tecnologia Mpeg-4 (già diffusa da qualche anno nei televisori e che, secondo le previsioni del MiSe, nel 2020 dovrebbe essere disponibile a tutta la popolazione). La diffusione dei segnali in Dvbt-2 secondo lo standard Hevc (ricordiamo che dal 1° gennaio 2017, è obbligatoria la commercializzazione di apparecchi televisivi e decoder dotati di tale tecnologia) verrà introdotta non prima del 2022, quando si dovrà concludere il percorso di dismissione della banda 700dagli usi televisivi.
Per quella data, il Governo prevede che il naturale ricambio dei televisori con le nuove tecnologie sarà sufficiente a garantire la transizione senza particolari problemi. Il disegno di legge di bilancio 2018 prevede, comunque, il monitoraggio costante della diffusione dei televisori di nuova generazione tra le famiglie.

 
Altri articoli...

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui..

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.